Top menu

Storia

>> Da ormai 60 anni, Albisola è sinonimo di pallavolo ad alti livelli.

A cavallo tra gli anni ’70 e gli ’80, a salire agli onori della cronaca furono le ragazze guidate da Angelo Besio. Con il nome di Due A la squadra, formata da una leva eccezionale di atlete albisolesi e dell’intera provincia, ottenne una serie di promozioni fino a competere in B1 e lottare per la promozione in serie A2.

Al momento di tentare il grande salto nella massima serie, purtroppo, il ciclo dei miracoli si esaurì. Un declino limitato ai risultati della prima squadra: i settori giovanili, infatti, continuarono a essere tra i più floridi della regione, mietendo successi nei rispettivi campionati.

Dopo alcuni anni di permanenza della prima squadra nei campionati regionali, un diverso assetto societario portò un nuovo gruppo di dirigenti a risollevarne le sorti.

Nel campionato 1997-98 scese in campo una formazione agguerrita, guidata da Luciano Mondelli e Giancarlo Silvestrini, e composta da alcuni tra i migliori giocatori del panorama ligure, da Davide Crovella a Matteo Massardo a Tito Carmagnini. Cominciava un’appassionante cavalcata che portò l’Albisola a centrare l’anno successivo (alla fine della stagione 1998-99) un’altra promozione: il sogno di entrare in B1 si era realizzato.

L’impatto con la realtà della serie fu duro. In panchina fu chiamato Marco Scipione, seguito poi da Antonio Giacobbe. A poche giornate dal termine del campionato la situazione in classifica era drammatica, a un passo dalla retrocessione. Solo all’ultima giornata il verdetto fu favorevole all’Albisola, che conquistò la salvezza e una nuova stagione in B1 per mettere alla prova le proprie qualità.

La scossa fu salutare: da quel momento i gialloblù, affidati a Jorge Cannestracci, giocarono due stagioni esaltanti, centrando l’obiettivo dei play-off per la promozione in A2. Sia nella stagione 2000-01 sia in quella successiva, la squadra dovette dare strada ai sestetti di Brescia e Crema, costruiti per raggiungere la massima serie senza troppa fatica.

Campionato 2002-03: quarto anno di B1, terzo tentativo. Con la squadra affidata a Nello Mosca e allestita con i migliori giocatori del panorama di B1, l’Albisola centrò per il terzo anno consecutivo i play-off promozione ma, soprattutto, la vittoria della coppa Italia di serie B a Olbia il 18-19 aprile.

A partire dal 1999, nel frattempo, era nata Albisola Pallavolo: una nuova società, autonoma, per gestire l’attività giovanile.

In questi anni i ragazzi dell’Albisola hanno ottenuto otto titoli regionali nelle diverse categorie, raggiungendo più volte le finali nazionali. Tra i migliori risultati, ricordiamo il 7° posto alle finali nazionali dell’Under 17 maschile guidata da Renato Spirito, nelle stagione sportiva 2001/02.

L’Albisola Pallavolo è tra le prime società in Liguria anche nel settore femminile, che ha guadagnato la partecipazione a diverse finali regionali.

Il cammino è stato lungo ma proficuo. La società si è inoltre trasformata in Associazione sportiva dilettantistica, dandosi un nuovo assetto societario.

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes